gen
14

Dialogo sulla Psicoterapia Strategica – 6° ed ultima parte – Perché. Non i perché del problema, ma i perché della terapia

Perché Non i perché del problema, ma i perché della terapia Perché nella storia della terapia strategica è tanto importante e decisivo l’apporto di Giorgio Nardone? La grandezza di Nardone sta nell’aver reso fruibile ed efficace un enorme patrimonio di conoscenze e di esperienze, incorporandolo in una serie di protocolli specifici rivolti a specifici problemi.… Continua la lettura »

ago
26

Dialogo sulla Psicoterapia Strategica – 5° parte:

ago
26

Dialogo sulla Psicoterapia Strategica – 5° parte

COME LE TECNICHE, I METODI L’arte di porre le domande è assolutamente centrale nella terapia strategica? Ogni domanda che chiede informazioni, discriminando tra varie possibilità, è già di per sé un intervento. Per esempio, se voglio marcare il miglioramento, e chiedo al paziente: «Lei oggi si sente più contento per il fatto che in questa… Continua la lettura »

ago
11

Dialogo sulla Psicoterapia Strategica – 4° parte:

Che cosa: Concetti e strumenti della terapia. – Uno strumento di forza impressionante mi sembra il «fare come se». Ma è possibile dire che c’è anche una parte di gioco, che può anche essere uno strumento divertente da usare? «Fare come se» serve per andare al di là dei propri confini: è un gioco di… Continua la lettura »

lug
10

Dialogo sulla Psicoterapia strategica

Dialogo sulla Psicoterapia strategica- 3° parte: Chi: I due attori del teatro della guarigione: il paziente e il terapeuta. A volte nella conversazione lei usa metafore teatrali: il terapeuta come regista del gioco, come attore. Sarebbe corretto dire che la terapia è un teatro che guarisce? Sicuramente. Il terapeuta dev’essere un bravo comunicatore, nel senso di possedere… Continua la lettura »

giu
11

Dialogo sulla Psicoterapia strategica

-Dialogo sulla Psicoterapia breve strategica- 2° parte:   Quando:  I tempi della terapia.  Quanto tempo si dedica a ogni seduta? è una scelta personale del terapeuta? Non esiste un tempo prestabilito, il tempo è in funzione del buon andamento della seduta e del corretto utilizzo delle tattiche e delle strategie terapeutiche: a volte può durare… Continua la lettura »

lug
16

Quando le paure diventano panico

L’uomo, da sempre, si è misurato con la paura sin dai tempi della sua comparsa sulla terra, guardando con timore tutto ciò che era ignoto, sconosciuto. Ma è proprio grazie alla paura che l’uomo ha sviluppato capacità di adattamento straordinarie, interagendo con elementi naturali spesso ostili, spinto dall’intelligenza e dalla curiosità. Hermann Hesse scrive: “…la… Continua la lettura »

lug
16

L’approccio strategico a: paure, fobie, attacchi di panico

La paura, essendo la più primitiva tra le nostre emozioni, quando raggiunge i suoi estremi è la più concreta delle nostre sensazioni e può tramutarsi in panico. Il 15% della popolazione europea è, attualmente, colpita dal disturbo di attacco di panico. Il fatto che questo tipo di patologia dilagante sia così pervasiva e discriminante per… Continua la lettura »

lug
07

Le prigioni del cibo

Il cibo, fonte di piacere e di sostentamento sempre più, nelle società opulente, diviene una prigione che dà luogo a problemi di sovrappeso, di sequenze fatte di abbuffate e condotte di eliminazione o di astinenze assolute, come nel caso dell’anoressia mentale. Quando il cibo diviene l’unica valvola di sfogo a frustrazioni e problemi irrisolti, questo… Continua la lettura »